18 Rimedi Naturali per l’Ansia

| 19/09/2018 | 0 Comments

19 Rimedi Naturali per l’AnsiaTi senti ansioso, preoccupato, quasi fuori di testa. Non riesci a smettere di preoccuparti per il denaro, la salute, il lavoro, la famiglia, l’amore. Il tuo cuore inizia a battere forte, il respiro si fa affannoso, in testa non hai che scenari catastrofici e tu sei lì, che desideri solo di riuscire a rilassarti un po’, senza riuscirci.

Che tu abbia un vero e proprio disturbo dell’ansia o che tu stia solo attraversando un periodo particolare, potresti scegliere di non usare medicinali- o almeno, non ancora.

Ci sono molti rimedi naturali per gestire l’ansia, dalle tecniche di autocontrollo all’assunzione di sostanze rilassanti come il tè.

Alcuni rimedi hanno effetti immediati, mentre altri aiutano a ridurre l’ansia col passare del tempo.

Camomilla

Se ti senti nervoso, una tazza di camomilla potrebbe aiutarti a ritrovare la calma. Alcuni componenti della camomilla (matricaria recutita) si legano agli stessi recettori cerebrali di medicine come il Valium.

Puoi anche assumerla sotto forma di integratori, in genere quelli standardizzati contengono l’1,2% di apigenina (un principio attivo) e fiori essiccati di camomilla. Il University of Pennsylvania Medical Center, a Philadelphia, ha esaminato pazienti con un disturbo d’ansia generalizzata a cui sono stati somministrati integratori di camomilla per 8 settimane. Lo studio ha evidenziato un significativo calo dei sintomi dell’ansia, se paragonato all’assunzione di placebo.

L-teanina (o tè verde)

Si dice che i monaci buddisti giapponesi potessero meditare per ore, stando per tutto il tempo sia rilassati che allerta. Secondo Mark Blumenthal, membro dell’American Botanical Council, uno dei motivi per cui erano in grado di farlo potrebbe essere un amminoacido contenuto nel tè verde, chiamato l-teanina.

Le ricerche mostrano che la l-teanina aiuta a rallentare il battito cardiaco e la pressione sanguigna, alcuni studi hanno mostrato che dei soggetti particolarmente ansiosi riuscivano ad essere più calmi e concentrati durante un test se prima assumevano 200mg di l-teanina.

Luppoli

Sì, il luppolo è contenuto nella birra, ma non otterrai i suoi benefici rilassanti da una bevanda alcolica. Il composto calmante contenuto nel luppolo è un olio volatile, quindi puoi trovarlo in estratti- spesso anche in cuscini per aromaterapia.

“E’ molto amaro, quindi non è molto usato come infuso, se non in combinazione con camomilla o menta”, dice Blumenthal. Il luppolo è spesso usato come sedativo per favorire il sonno, spesso in combinazione con un’altra erba, la valeriana. Non assumere erbe sedative se stai prendendo tranquillanti o altri tipi di sedativi, e informa sempre il tuo medico curante di qualsiasi integratore inizi ad assumere.

Valeriana

Alcuni integratori a base di erbe riducono l’ansia senza renderti assonnato (come la l-teanina), mentre altri sono conosciuti come sedativi. La valeriana (valeriana officinalis) fa decisamente parte del secondo gruppo, infatti è anche usata come rimedio per l’insonnia. Il Governo tedesco l’ha effettivamente approvata come rimedio per i disturbi del sonno.

Ha un odore non proprio piacevole, per cui la maggior parte delle persone la assume sotto forma di pillole piuttosto che in infusi. Se vuoi provarla, assumila durante il pomeriggio, non subito prima di andare a dormire. Spesso la si trova già combinata con altre erbe come il luppolo, la camomilla e il balsamo di limone.

Balsamo di Limone

Il suo nome scientifico (melissa officinalis) in greco significa “miele” ed è stato usato almeno sin dal Medioevo per ridurre stress e ansia e per aiutare a dormire. Uno studio fatto su volontari ha mostrato che coloro che assumevano estratti di balsamo di limone (600mg) erano più calmi e attenti di coloro che prendevano un placebo.

E’ un prodotto generalmente sicuro, ma degli studi hanno dimostrati che assumerne troppo può causare l’effetto opposto e far aumentare l’ansia. Segui le indicazioni e inizia con la dose minima. Lo si può trovare sotto forma di infuso o capsule. Spesso lo si trova insieme a luppolo, camomilla e valeriana.

Esercizio Fisico

Esercizio fisicoL’esercizio è un potente antidoto per la depressione e l’ansia ed è un rimedio a lungo termine sano e sicuro. “Se fai esercizio regolarmente, ti sentirai meglio e avrai più autostima”, dice Drew Ramsey del New York-Presbyterian Hospital.

“Una delle maggiori cause di ansia è la preoccupazione per la salute, che ovviamente scompare se si è in forma.”

Bastano 21 minuti per fare abbastanza esercizio da ridurre l’ansia. “Se davvero sei ansioso, sali su un tappeto. Ti sentirai meglio dopo l’esercizio.” dice ancora Dr. Ramsey.

“In genere chiedo ai miei pazienti di passare 20-30 minuti a fare qualcosa che faccia accelerare il loro battito cardiaco- che sia correre sul tappeto o salire le scale, qualsiasi cosa piaccia fare. Se non puoi fare esercizio, almeno fai delle passeggiate.

Fiore della Passione

Nonostante quello che il nome potrebbe farti pensare, quest’erba non ti farà innamorare perdutamente, si tratta in realtà di un sedativo approvato dal governo tedesco per trattare stati nervosi. Alcuni studi hanno scoperto che può ridurre i sintomi dell’ansia quanto i medicinali. Spesso viene usata per trattare anche l’insonnia.

Come altri sedativi, può causare sonnolenza, quindi non và assolutamente assunta insieme a medicinali sedativi (lo stesso discorso vale per altre erbe come la valeriana, il luppolo e il balsamo di limone).

Fai attenzione se usi più di un’erba sedativa alla volta e non prendere il fiore della passione per più di un mese consecutivo.

Lavanda

Secondo una ricerca, dei pazienti in uno studio dentistico erano meno ansiosi nella sala d’aspetto se veniva spruzzato dell’olio di lavanda. Uno studio fatto in Florida ha mostrato invece che gli studenti che inalavano lavanda prima di un esame soffrivano meno di ansia- anche se alcuni hanno dichiarato di essersi sentiti un po’ la mente annebbiata durante il test.

Uno studio condotto in Germania sulle pillole di lavanda ha mostrato una riduzione dei sintomi dell’ansia in soggetti con un disturbo generale d’ansia equivalente a quello che si osserva con il lorazepam, un medicinale ansiolitico simile al valium.

Tieni il Respiro!

Ok, ora puoi respirare. Non ti stiamo consigliando di morire asfissiato, ma la respirazione yoga si è dimostrata efficace nel ridurre stress e ansia. Nel libro bestseller del 2011 “Spontaneous Happiness”, Andrew Weil parla di una tecnica di respirazione yoga che lui chiama “respirazione 4-7-8”.

Il motivo per cui funziona è che, semplicemente, non puoi respirare a fondo ed essere ansioso allo stesso tempo. Per effettuare la respirazione 4-7-8 espira completamente dalla bocca, poi inspira dal naso e conta fino a quattro. Conta fino a 7, poi espira nuovamente dalla bocca contando fino ad 8.

Mangia qualcosa, presto

Noci“Generalmente le persone diventano più ansiose e irritabili quando sono affamate”, dice il Dr. Ramsey, coautore di The Happiness Diet.

“Quando hai un attacco di ansia, potrebbe significare che il livello di zuccheri in circolo nel sangue è calato drasticamente. La soluzione migliore è fare uno spuntino, con delle noci o del cioccolato fondente, accompagnati da un bicchiere d’acqua o una tazza di tè.

Alla lunga, una dieta corretta è la chiave per ridurre l’ansia, dice il Dr. Ramsey. Il suo consiglio è di mangiare cibi integrali, condurre una dieta a base di frutta e verdure con l’aggiunta di carni e pesci accuratamente selezionati. Particolare attenzione va prestata alle verdure come il cavolo, contengono molti nutrienti che aiutano a ridurre l’ansia.

Fai Colazione

Smettila di denutrirti. Secondo il Dr. Ramsey, molte persone con disturbi dell’ansia tendono a saltare la colazione. Raccomando sempre ai miei pazienti di mangiare sempre alimenti come uova, che sono ricche di proteine e di colina. Livelli bassi di colina sono associati ad un aumento dei livelli di ansia.

Mangia omega3

Sapevi che il pesce è ottimo per il cuore e aiuta anche a prevenire la depressione? Bene, sappi che gli omega3 aiutano anche a ridurre l’ansia. In uno studio, gli studenti che assumevano 2,5mg di omega3 al giorno per 12 settimane avevano meno ansia prima di fare un esame rispetto a quelli che avevano preso dei placebo.

Ottime scelte sono acciughe, sardine e cozze.

Smettila Di Pensare In Modo Catastrofico

Quando ti senti ansioso, è facile iniziare a pensare in modo catastrofico. La tua mente inizia subito a pensare a tutto quello che potrebbe andare male e a quanto le cose sarebbero disastrose se tutto andasse male.

“Inizi a pensare cose come ‘questo potrebbe davvero rovinarmi la vita’ “, secondo il Dr. Ramsey.

Invece, fai un paio di respiri profondi, esci a fare due passi e considera le reali probabilità che questo problema diventi una catastrofe. C’è davvero una reale possibilità che perderai il lavoro, non parlerai mai più a tua sorella e andrai in bancarotta?

Le reali probabilità di un esito catastrofico sono molto inferiori di quanto pensi quando sei consumato dall’ansia. Secondo il Dr. Ramsey “pochi eventi possono davvero cambiare la tua vita.

Riscaldati

Ti sei mai chiesto perché sei così rilassato quando esci dalla sauna? Il calore riduce la tensione muscolare e l’ansia, secondo alcune ricerche.

La sensazione di calore può alterare i circuiti neurali che controllano l’umore, tra cui quelli che regolano la seratonina.

Riscaldarsi potrebbe essere uno dei modi in cui l’esercizio fisico migliora l’umore. Meglio ancora è mettersi davanti al camino con una tazza di tè.

Un gruppo di ricercatori fa notare che stendersi sulla spiaggia a mezzogiorno ai Caraibi, passare qualche minuto nella sauna dopo il lavoro o fare un bagno caldo nel pomeriggio, sono tutte attività in cui associamo il calore con il relax e il sentirsi bene.

Fai un “bagno nella foresta”

passeggiata nella forestaI giapponesi lo chiamano shinrin-yoku, letteralmente “bagno nella foresta”. Noi la conosciamo meglio come una semplice passeggiata. I ricercatori giapponesi hanno monitorato i cambiamenti in coloro che hanno camminato per circa 20 minuti nel verde, circondati dai suoni e dagli odori della natura, da alberi e fiumi.

I risultati hanno mostrato livelli di ormoni dello stress inferiori alla fine della passeggiata rispetto ai valori iniziali.

Impara a meditare consapevolmente

La meditazione consapevole era originariamente una pratica buddhista, ma ora è una terapia usata molto per trattare l’ansia.

Teresa M. Edenfield, psicologa di Durham, N.C., la usa spesso per trattare i propri pazienti: “essere consapevoli permette di comprendere al meglio ogni singolo avvenimento, aiutando a superare paura e ansia”.

Come iniziare? Semplicemente “prestando attenzione al presente, mantenendo un atteggiamento curioso e privo di giudizi verso gli altri”.

Respira e interrogati

Per riuscire bene in questa pratica, prova a respirare e porre semplici domande a te stesso.

“Siediti in un posto comodo, chiudi gli occhi e concentrati sulla sensazione dell’aria che entra e esce dal tuo corpo, poi inizia a interrogarti continuando a prestare attenzione al tuo respiro”.

Qual è la temperatura dell’aria che entra dal tuo naso? Il respiro sembra diverso quando esce dal tuo corpo? Come ti sembra l’aria nei polmoni?

Riconosci i tuoi meriti

Ti senti ansioso? Congratulazioni, sei capace di riconoscere i tuoi stati emotivi, e riconoscere un problema è il primo passo per risolverlo, secondo Edenfield.

“Ricorda di riconoscere i tuoi stessi meriti: sei in grado di capire quando hai pensieri ansiosi, è un’abilità essenziale per poter compiere passi verso la risoluzione del problema, qualsiasi strategia tu scelga.”

Clicca qui per la tua copia di “Sconfiggi l’Ansia e gli Attacchi di Panico”

 

Tags:

Category: Salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *