Cosa e’ il Metodo Sedona

| 25/10/2018 | 0 Comments

Cosa e' il metodo SedonaNegli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare del Metodo Sedona nell’ambito delle nuove tecniche psicologiche che aiutano a migliorare la propria condizione interiore.

In realtà in pochi sanno in cosa consiste questo metodo e degli incredibili benefici che apporta.

Come nasce il metodo Sedona

Iniziamo col dire che il metodo Sedona nasce in America, in particolare venne formulato nel 1952 da Lester Levenson.

In quel periodo infatti Levenson, che aveva 42 anni, scoprì di avere una grave malattia per la quale secondo i medici non vi era cura e a causa della quale sarebbe morto presto.

Tuttavia, invece di abbattersi Levenson, approfondendo gli studi di filosofie del passato, giunse alla conclusione che probabilmente quel male che si portava dentro era frutto di tutti gli stati emotivi negativi che aveva accumulato dentro di sé e che avevano pertanto fatto ammalare il suo corpo.

Iniziò dunque a mettere per iscritto le sue riflessioni e gli esercizi che praticava, lanciando poi ufficialmente nel 1974 questo metodo innovativo, supportato dal suo collaboratore Hale Dwoskin.

Il metodo ebbe un riscontro così positivo in tutte le persone che lo praticavano, che per far in modo che coloro che soffrivano nel corpo e nello spirito, potessero guarire, Levenson scrisse il libro “The Sedona Method: Your Key to Lasting Happiness, Success, Peace & Emotional Well-being” in cui sono spiegati i principi di questo metodo.

Levenson morì poi nel 1994, all’età di 84 anni.

I fondamenti del metodo Sedona

Il metodo Sedona è una tecnica in grado di aiutare le persone a gestire le proprie emozioni e a vivere più consapevolmente il proprio presente, assumendo così il controllo della propria vita.

Il metodo Sedona, si basa principalmente sulla meditazione e sulla “release techique”, una tecnica che consiste nel lasciar andare le emozioni negative e si esegue attraverso degli esercizi, che una volta acquisiti si possono svolgere anche da soli e che aiuteranno a provare un senso di appagamento e di smettere di volere ciò che non si può raggiungere.

Come praticare il metodo Sedona

Il metodo Sedona, si basa essenzialmente nel porsi quattro domande:

1. potreste accettare questa emozione in questo preciso istante?
2. potreste lasciar andare questa emozione solo per questo momento?
3. lascereste andare questa emozione?
4. quando?

Ciò che aiuterà a superare lo stato di angoscia che si vive, è la risposta che viene data a ciascuna di queste domande, senza aver timore di dare al sentimento che si prova in quel momento un nome.

La prima domanda che ci si pone è fondamentale per capire che non si può vincere contro i propri sentimenti: sopprimerli o combatterli non farà altro che aumentare il malessere interiore ed esteriore.

Ciò che è importante è di essere onesti nel rispondere a queste domande, senza pensare che vi sia una risposta giusta.

Passando al secondo quesito, si noterà come non viene chiesto di lasciar andare questa sensazione, ma ci si rivolge alla libertà di scelta che si ha in quel momento.

Anche in questo caso bisogna rispondere senza pensarci troppo, facendo attenzione alla sensazione fisica che si sta provando in quel momento: calore al volto, un senso di oppressione alla gola.

Ciò è importante per poter lasciar andare in quel momento questo stato di malessere; ad esempio se si sta litigando con qualcuno e si riceve una telefonata, non ci si deve rivolgere in modo sgarbato alla persona al telefono, ma riuscire a parlare con calma e poi magari riprendere quella discussione con quella persona.

In questo modo si riusciranno a controllare le proprie emozioni.

La terza domanda invece riguarda ciò che si desidera, in quanto accade spesso di provare sentimenti angoscianti e pensare che non si è in grado di liberarsene.

Ciò porta quindi all’ultima domanda quella sul quando lasciare andare questi sentimenti.

Questa domanda è fondamentale in quanto vi porta al momento presente, donandovi la consapevolezza che il cambiamento è possibile, che possono cambiare le cose; anche se la vostra risposta non indica un tempo preciso, significa che si è iniziato ad accettare che le cose dovranno cambiare e che si è in grado di farlo.

Tags:

Category: Altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *