Frenesia Floreale

| 05/09/2018 | 0 Comments

Frenesia FlorealeSe provate a chiedere in giro, molte persone vi diranno di non avere il pollice verde.

Per avere un giardino pieno di fiori non bisogna essere fortunati né avere alcun talento speciale, basta informarsi. I fiori selvatici sono come le persone, ognuno ha la sua personalità. Sono piante che si sono adattate alla natura e proprio per questo quando vengono strappate dal loro ambiente, muoiono.

Questo significa che per avere un giardino pieno di fiori selvatici, dobbiamo copiare la natura stessa.

Immagina di star facendo una passeggiata per raccogliere fiori: osserva su che tipo di terreno crescono, la posizione, le condizioni, l’ambiente e le piante vicine.

Se noti che due tipi di piante sembrano crescere sempre insieme, mettile vicine anche nel tuo giardino.

Devi far sentire i fiori come a casa. Fagli credere di essere ancora in natura.

I fiori selvatici dovrebbero essere trapiantati dopo la fioritura.

Porta con te nel bosco una cazzuola e un cesto.

Quando raccogli i fiori, fai attenzione a prelevare anche del terreno insieme alle radici. Dovrai usarlo durante il trapianto.

Il terreno dove andrai ad effettuare il trapianto deve essere preparato con attenzione prima di andare a prendere la pianta.

Non devi assolutamente lasciar stare la pianta per tutto il giorno prima di metterla nel terreno: va fatto immediatamente.

Avere con te terreno del bosco è importantissimo, poiché si tratta di terreno ricco di nutrienti.

Il sistema di drenaggio dovrebbe essere di prima categoria.

Alcuni credono che le piante di bosco debbano avere il terreno inzuppato d’acqua, ma i boschi non sono fradici.

Potresti aver bisogno di scavare molto in profondità per mettere delle pietre sul fondo. Una volta fatto, bisogna riempire la fossa di terreno e infine spargere sulla superficie il terreno che hai preso dal bosco.

Mentre trapianti i fiori, inserisci nei buchi che scavi del terreno bagnato del bosco.

Tipi di fiori e quando si possono trovare

L’ideale è avere un giardino pieno di fiori selvatici che sboccino dall’inizio della primavera fino alla fine dell’autunno.

A marzo sbocciano epatica, claytonia lanceolata e sassifraga.

Ad aprile arrivano la bellissima aquilegia, i fiordalisi e i gerani.

A maggio ci sono violette e anemone, il sigillo di salomone, l’aerisaema con foglie ternate, i trillium e sanguinaria, invece giugno porta con sé la campanula, il tasso barbasso, la monarda e la digitale.

Per luglio consigliamo la asclepias tuberosa, poi fino all’autunno illumineranno il giardino il chelone glabra, l’astro, l’eupatorium e i fiori di carota.

Ti potrebbe interessare:

 

Tags: ,

Category: Altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *