Tipi di Relazioni

| 23/07/2018 | 0 Comments

Tipi di relazioniTutti i linguaggi umani hanno qualcosa in particolare: una parola. Ad alcuni fa paura, altri la odiano, ed altri ancora non riescono a smettere di parlarne.

L’amore è un tipo di relazione che presuppone un forte legame personale tra due persone che si vogliono bene. Può cambiarci in modi che non avremmo mai creduto possibili e può essere sia di tipo platonico/familiare che romantico.

L’amore familiare è il legame che esiste tra i membri della stessa famiglia, tra genitori e figli, tra fratelli e sorelle o persino con i membri della famiglia estesa. Conosci il detto “nessuno ti ama come la mamma”? I membri di una famiglia controllano sempre che tutto vada bene per gli altri e si preoccupano costantemente l’uno per l’altro.

Non importa quante volte si litighi poiché in famiglia, alla fine, ci si vuole sempre bene. Sapevi che i familiari sono tra le pochissime persone che si preoccupano veramente per te? L’amore familiare gioca un ruolo fondamentale nelle nostre vite ed è considerato la base della società.

L’amore platonico è un tipo di amore privo di attrazione sessuale. Si può instaurare tra amici quando ci si aiuta, ci si vuole bene e si vuole sempre e solo ciò che è meglio per l’altro.

Infine, c’è l’amore romantico, in questo caso si tratta di una relazione tra due persone che sono completamente legate dal punto di vista emotivo e che provano una forte attrazione sessuale l’una per l’altra. La passione per molti è proprio l’elemento chiave che definisce le relazioni romantiche. Una volta scomparsa, si tende a rimanere amici. Le relazioni d’amore non sono sempre semplici e richiedono molto impegno da parte di entrambe le persone coinvolte.

Molte persone che finiscono col separarsi tendono ad incolpare se stessi o il partner per l’accaduto. Le vittime della situazione a volte fanno cose stupide al fine di ottenere vendetta. Per evitare situazioni spiacevoli, ricorda di apprezzare spesso il tuo partner, esprimi la tua rabbia in modo pacifico, sii onesto, fedele, di supporto e impara l’arte della comunicazione. Ricorda anche di ripetere spesso quelle due paroline speciali!

L’amore prima o poi, passate le prime fasi, diminuisce o finisce, ma non significa che comunque non fosse amore.

Stadi di una relazione

Stadi nelle relazioniPer avere una relazione sana e duratura ci sono vari passi da seguire con attenzione, senza saltarne neanche uno, che entrambe le persone coinvolte devono rispettare. La maggior parte delle relazioni finisce proprio perché non si seguono i passaggi nell’ordine giusto.

La prima fase di una relazione è quella romantica, dove si corteggia l’altra persona e si cerca di non fargli del male- è anche chiamata fase del corteggiamento e può durare da due mesi a due anni a seconda delle persone. E’ la fase in cui sembra che si condivida tutto, in cui sembra quasi essere una persona sola. Si passa la maggior parte del tempo insieme e i litigi sono terribili quando succedono. E’ la fase in cui si costruisce la base della relazione e in cui si verificano anche degli effetti biologici sul corpo: si è sempre felici per il rilascio di particolari sostanze e si pensa che questo sentimento non finirà mai.

La seconda fase è quella della disillusione: quando si torna alla realtà e ci si abitua alla relazione. Si inizia a capire meglio il proprio partner e a conoscere le sue debolezze e i suoi difetti. Ci si sente anche meno iperattivi, poiché cala la produzione di endorfine.
Inizierai a notare che il tuo partner non è perfetto come credevi dopo tutto, ma ci sono alcuni lati che apprezzi ancora. Di solito è a questo punto che molte persone si mostrano confuse: inizierai a farti domande. La cosa migliore che puoi fare è parlarne con l’altra persona per risolvere sempre anche il minimo problema nel minor tempo possibile.

La fase finale è quella dell’impegno reale, dove inizia il vero amore. Entrambi conoscono le proprie debolezze e imparano a gestirle, non hanno più bisogno l’uno dell’altro, bensì si sono scelti l’un l’altro. Ormai si è una squadra. L’impegno è fondamentale in ogni relazione.

Rileggendo questo articolo potrai capire quale fase hai saltato nella tua precedente relazione e non ripetere più lo stesso sbaglio!

Category: Relazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *